Conferenza Stampa dei Candidati di +Europa con Emma Bonino al Bar Moka di Salerno

Più Europa come sinonimo di più diritti, più partecipazione, più considerazione, più
competenze, più professionalità da attribuire ed assegnare ai cittadini, per farli sentire
più uniti e più coinvolti in termini di comunità e senso di appartenenza all’Europa.


Questi, in sintesi, i temi affrontati questa mattina al Gran Caffè Moka di Salerno, nel
corso della conferenza stampa di presentazione dei candidati della lista +Europa:
Giuseppe Scognamiglio, Filomena Gallo e Antonio Santoro, rispettivamente
candidati alla Camera dei Deputati come capolista nel Collegio Plurinominale di
Salerno e Provincia (Campania 03), al Senato nel Collegio Uninominale di
Battipaglia (SA) e alla Camera dei Deputati nel Collegio Plurinominale di
Salerno e Provincia (Campania 03).

“Siamo l’unica compagine nuova nel panorama politico italiano – esordisce
ScognamiglioL’obiettivo che ci poniamo è quello di diventare un Paese più libero
da vincoli, più efficiente e meno burocratico. Solo aggrappandoci al treno
dell’Europa potremmo raggiungere questi scopi. E non è vero, come vorrebbero far
credere altri, che l’Europa è un vincolo per il conseguimento di determinati scopi. Se
ci proponiamo con progetti validi, con competenze e professionalità, si può ottenere
qualsiasi risultato, sfruttando al meglio le nostre risorse e offrendo soluzioni credibili
ai problemi”.

“La nostra sfida più grande – ha dichiarato Galloè quella di rivolgerci agli
indifferenti, a coloro che sono rimasti delusi e illusi dalla politica. È il momento di
dare voce a chi è stato fuori dalle istituzioni per affermare i propri diritti. Pannella mi
ha insegnato che le idee camminano se ci sono coloro che le portano avanti. Proprio
lo scorso 31 gennaio è stata approvata in Parlamento la legge sul testamento
biologico per affermare un principio costituzionalmente garantito che è quello della
inviolabilità della libertà personale. Io ero lì, insieme a coloro che queste battaglie le
hanno affrontate e sostenute giorno per giorno. Nel nostro programma trovate tutti
temi che richiamano il rispetto dei diritti fondamentali della persona. Dobbiamo pretendere che nell’agenza politica ci siano diritti esigibili posti tutti sullo stesso
piano”.

“La nostra – ha detto Santoro, che con i suoi 31 anni è il candidato più giovane –
vuole essere innanzitutto un’operazione di verità, dimostrando che l’Europa non può
costituire un alibi per nascondere le incapacità di coloro che non sono riusciti a
rispondere alle necessità del nostro Paese. Più Europa significa rispondere alle
esigenze di tutti, soprattutto dei giovani in cerca di lavoro e di opportunità. Dedicherò
il mio impegno per far riavvicinare i giovani alla politica, dando spazio alle idee, alle
aspettative, per far emergere le passioni, l’entusiasmo e le competenze. Una visione
europeista può solo contribuire a valorizzare il nostro Paese e, in particolare, il
Mezzogiorno d’Italia”.

Questa conferenza precede l’evento di lancio della campagna elettorale Nazionale
intitolata “Vogliamo +Europa”, che si terrà domani 3 febbraio 2018 a Roma, a partire
dalle ore 10.00, presso lo Spazio Novecento Attuale in Piazza Guglielmo Marconi
26/B.